In Australia a nuotare con lo squalo balena

squalo balenaL'immersione con uno squalo balena

Lungo le coste del Western Australia vive il pesce più grande del mondo

Quando si sente parlare di squali salta subito alla mente il celeberrimo film cult in cui un enorme squalo bianco terrorizza i bagnanti di una tranquilla località balneare americana. Invece, non tutti sanno che lo squalo balena, il più grande pescecane esistente in natura (molto più grande dello squalo bianco) è innocuo.

Lo squalo balena, è un incredibile animale che vive nelle acque calde dei mari del Sud di tutto il mondo, tra cui quelle dell’Australia.

Un timido gigante dei mari

Chiariamo subito l’equivoco: lo squalo balena non è l’incrocio tra uno squalo e una balena. E come potrebbe! La balena è un mammifero (respira come noi), mentre lo squalo è un pesce.

Il nome generico “squalo balena” del “Rhincodon Typus” (questo il nome scientifico), deriva essenzialmente da due sue caratteristiche. La prima è quella di avere quasi le dimensioni di una balena, l’altra è quella di avere un schiera di minutissimi denti con i quali si nutre filtrando il cibo dall’acqua proprio come fanno le balene con il plancton.

Squalo balena – un pesce da record

Lo squalo balena è il pesce più grande del mondo. Può misurare fino a 18 metri e si può contraddistinguere dagli altri esemplari della specie per le caratteristiche chiazze e per la peculiare forma più tondeggiante e schiacciata del muso.

Come i cugini Reef sharks (squali delle barriere) vive vicino alle coste, raggiunge la maturità a circa 30 anni (si pensa che possa vivere oltre i 60 anni) e per cibarsi viene in superficie. Non è aggressivo, anzi, è un pesce piuttosto timido, ed è innocuo per l’uomo (a parte per la sua mole).

Per questo è possibile nuotare fianco a fianco a uno squalo balena e vivere un’esperienza magica.

Uno squalo balena ripreso dall’alto con il caratteristico muso schiacciato e le chiazze.

Australia occidentale – Exmouth.

Pochi posti al mondo consentono ai turisti di provare il brivido di nuotare con un pesce di queste dimensioni. Uno di questi è l’Australia.

Nel continente dei canguri il posto migliore per vedere e nuotare con gli squali balena è il Cape range National park in Australia occidentale.

Il parco nazionale si estende lungo la famosa barriera corallina di Ningaloo (Ningaloo reef) e nei pressi della località di Exmouth, nella parte Nord-occidentale dello stato australiano.

Il parco nazionale è un ecosistema unico al mondo e la barriera corallina è dimora di centinaia di creature marine diverse. Non solo, le spiagge di Ningaloo reef sono anche la meta annuale delle grandi tartarughe marine che una volta all’anno depongono le uova sotto la sabbia. E’ possibile quindi nella stagione giusta, vedere la spettacolare nascita delle tartarughe.

Il Cape Range National Park In Australia occidentale dove si può vedere lo squalo balena

Il centro turistico di Exmouth.

Durante la stagione in cui gli squali balena transitano in zona, da aprile a settembre, in teoria, è sufficiente uscire con un’imbarcazione oltre la barriera corallina per poter incappare in questo meraviglioso pesce. (alcuni pescatori locali fanno così).

In pratica, però, per poter ammirare gli squali balena è necessario prenotare un posto su un tour organizzato da un’agenzia specializzata.

Il villaggio di Exmouth è il centro turistico della zona in cui si fa tappa obbligatoria prima di ogni esplorazione del parco nazionale di Cape Range.

In paese ci sono diversi operatori specializzati in escursioni con gli squali balena e tutte le comodità per trascorrere una vacanza indimenticabile in questa parte dell’Australia.

A Exmouth c’è anche l’unico aeroporto della zona per i voli commerciali.

Dista circa mille duecento chilometri in auto da Perth, capitale dell’Australia occidentale (da cui partono i voli intercontinentali per l’Europa) o un’ora e mezza in aereo.

A Exmouth ci sono decine di sistemazioni, ma è consigliabile alloggiare, o ancora meglio campeggiare, in una delle sistemazioni vicino al parco nazionale (che dista una cinquantina di chilometri dal paese).

Con un soggiorno nel parco nazionale si può vivere anche l’esperienza di trovarsi nel vero outback australiano. Gli spazi sono enormi, la natura stupefacente e la presenza umana si fa appena sentire (tanto che lo smartphone può rimanere spento, tanto la linea non prende).

Leggi anche: Australiani a tavola: cosa mangiano?

L’escursione con gli squali balena

Come per tutte le attività straordinarie, i posti sono limitati, quindi è indispensabile prenotare l’escursione con largo anticipo (anche di mesi).

Una tipica escursione organizzata alla ricerca degli squalo balena

Tutti i tour operator specializzati offrono un pacchetto di una giornata a bordo di un’imbarcazione per vivere l’esperienza di nuotare con gli squali balena, al costo di circa 500 dollari australiani (circa 300 euro). Durante la stagione la presenza del grande squalo è garantita,

L’escursione tipo inizia al mattino presto. Un minibus raccoglie i viaggiatori dai loro punti di alloggio e li trasporta al molo del parco nazionale da dove partono tutte le escursioni.

Dopo una breve navigazione in gommone si sale su una grande imbarcazione dotata di tutti i comfort con la quale si parte per il tour oltre il limite della barriera corallina.

Uno squalo balena nuota a pelo d'acqua vicino alla costa

La ricerca dello squalo balena dall’aereo

Per individuare la posizione degli squali gli operatori turistici utilizzano un aereo. Il velivolo viene fatto sorvolare lungo le coste del parco nazionale e una volta individuati i grandi pesci il pilota segnala la loro posizione.

L’imbarcazione si dirige nel luogo stabilito e una volta vicina allo squalo i viaggiatori si immergono insieme a un istruttore che li accompagna a vedere gli squali. (di solito non più di dieci per volta).

Per nuotare con gli squali balena non è necessaria una particolare preparazione tecnica. Basta una maschera, le pinne e saper respirare con un boccaglio (come nello snorkelling).

Di solito ci si immerge davanti agli squali e si comincia a nuotare verso di loro per poterli incontrare dopo una paio di minuti. A quel punto si comincia a nuotare nella loro stessa direzione parallelamente a loro. L’incontro, di solito dura una manciata di minuti perché, nonostante lo squalo balena nuoti lentamente la sua velocità è tale da non poter essere inseguito per lungo tempo.

Dopodiché il comandante fa cenno a tutti di risalire, l’imbarcazione riparte, supera gli squali e i viaggiatori si immergono di nuovo.

Un’esperienza fantastica

Nuotare con gli squali balena è un’esperienza unica al mondo. Si possono vedere benissimo e ci si può avvicinare a loro fino a quasi un metro di distanza. Non è possibile toccarli, sia per legge, sia perché se lo squalo si sente minacciato tende ad allontanarsi scendendo velocemente in profondità.

L’escursione dura tutta la giornata. Di solito è previsto un pranzo a bordo, un momento di relax e lo snorkelling lungo la barriera corallina. Durante la giornata non è raro incontrare balene, tartarughe, squali del reef e, se si è fortunati, quale esemplare di Dugongo, uno stranissimo mammifero di mare simile al delfino dalla bocca particolarissima.

Info utili e link

Organizzare un viaggio in Australia è più facile di quanto si possa pensare. Ci sono voli giornalieri dall’Italia verso tutte le maggiori città australiane.
Perth é la capitale dell’Australia occidentale e ha il vantaggio di essere più vicina rispetto all’Italia. (circa 20 ore d’aereo). Ci sono decine di compagnie aere che volano dall’Italia all’Australia. La copagnia di bandiera Qantas copre anche la tratta tra Perth a Exmouth (un volo al giorno) ed è quindi possibile prenotare il volo con un unico biglietto.

Una delle spiagge del Ningaloo reef dimora dello squalo balena

Per recarsi in Australia dall’Italia è necessario ottenere un visto. ATTENZIONE alle restrizioni imposte dalla quarantena per il COVID 19.

A Exmouth ci sono tredici operatori turistici che offrono escursioni con gli squali balena ecco alcuni link:

Leggi anche: Australia – Fraser Island, il paradiso del fuoristrada.

Be the first to comment on "In Australia a nuotare con lo squalo balena"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*