La casa di Rubens ad Anversa

Chi ha in programma un weekend in Belgio di solito non manca di includere Anversa nel proprio soggiorno. Antwerpen (in olandese), la storica capitale commerciale e politica della Fiandre, è ricchissima di monumenti storici, musei e punti di interesse che testimoniano parte dell’età dell’oro commerciale dei Paesi bassi del XVII secolo. Tra le mete culturali un po’ alternative al classico giro turistico della città (e consigliata agli appassionati d’arte) c’è la visita della casa museo di Rubens, il pittore fiammingo di origini tedesche, vissuto a cavallo tra il XVI e il XVII secolo, annoverato tra i più grandi pittori dell’età moderna.

Il tedesco di Anversa

Anversa Rubens (6)Nato a Seigen, in Germania, nel 1577 Pieter Paul Rubens compì i suoi studi prima a Colonia e poi ad Anversa. Dopo aver trascorso alcuni anni nella città delle Fiandre, l’artista affinò la sua tecnica pittorica trascorrendo 8 anni in Italia a studiare i grandi maestri del rinascimento italiano, da Michelangelo a Tintoretto, e prendendo spunto anche dai suoi contemporanei (come il Caravaggio). Al suo ritorno ad Anversa, nel 1608, Rubens, artista già affermatissimo e conosciuto nelle più importanti corti europee, decise di continuare la sua attività artistica stabilendosi definitivamente nella grande città dell’odierno Belgio. Nel 1610, insieme alla moglie Isabella Brandt, acquistò la casa dove, praticamente, visse e lavorò fino alla morte (nel 1640).

La casa

Dal 1937 la casa fa parte dei beni posseduti dalla municipalità di Anversa ed è stata trasformata in museo visitabile. La casa di Rubens si trova nel cuore del centro storico della città a pochi passi dalla Groenplats, la piazza principale della città sulla quale svetta la cattedrale di Anversa, e punto nevralgico dell’antico mercato. La “Rubens huis” si trova al civico 9 di Wapper una delle traverse della Meir, la grande strada pedonale del centro storico ricca di negozi e boutique, di solito affollatissima di turisti. L’edificio acquistato da Rubens, modificato e ampliato dallo stesso artista, fonde il rigoroso stile secentesco del Nord Europa con quello barocco e umanista italiano che aveva influenzato l’artista non solo nel suo stile pittorico.

La casa si articola su due livelli e conta oltre una decina di locali, un chiostro con un grande portico, lo studio del maestro in autentico stile barocco e un giardino. Quest’ultimo è una ricostruzione ispirata all’originale giardino di Rubens. All’interno sono conservati decine di capolavori dell’artista: dall’Adamo ed Eva, all’annunciazione, fino ad uno dei numerosi autoritratti del maestro. Il museo, aperto tutti i giorni, organizza visite guidate (non c’è, però, una guida in lingua italiana).

Anversa Rubens (3)Info utili

Anversa dista meno di 50 chilometri da Bruxelles ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici (treno, bus). Dall’Italia verso la capitale del Belgio ci sono, invece, voli giornalieri low cost. Oltre alla casa di Rubens, Anversa ha tante altre mete culturali da scoprire. La  Cattedrale, innanzitutto, che contiene tre capolavori di Rubens. Poi la piazza principale, la piazza del mercato e la suggestiva stazione ferroviaria. Il castello di Anversa ospita tra le sue mura il museo nazionale della navigazione. Le due classiche passeggiate sono, invece, lungo la Meir (la via dello shopping) e lungo fiume della Schelda.Rubens (1)

Una pausa speciale…

In città i ristoranti e i bistrò sono praticamente impossibili da contare. Ce ne sono centinaia e quasi tutti ottimi. Uno, però, davvero speciale in quanto ad atmosfera è senza dubbio il “Het Elfe Gebod”. E’ una sorta di pub che serve da mangiare e si trova in una vietta dietro la cattedrale. La cosa straordinaria di questo posto è che è praticamente più un museo che un bar. L’interno è pieno di statue di figure religiose e della Madonna, di pale, di dipinti su tela e su legno. Tutto l’arredamento sembra (e forse lo è) preso direttamente dalla cattedrale e “traslocato” in questo luogo che è senza dubbio il posto più eclettico di tutta la città. (leggi anche: I mercatini di Natale a Bruges)

Be the first to comment on "La casa di Rubens ad Anversa"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*