Si fingono malati per volare gratis in business class. Scoperti e fatti scendere dall’aereo

Volare gratis in business class, si sa, vale più di un tesoro. Alzi la mano chi non ha mai provato a fare gli occhi dolci ad una hostess o ad uno steward nella speranza di ottenere l’upgrade del proprio biglietto aereo. I viaggiatori più esperti lo sanno. Volare gratis in business class è molto difficile ma non impossibile. Ci sono compagnie aeree che in rarissime occasioni concedono ad alcuni passeggeri l’upgrade senza chiedere soldi in cambio. Ci sono anche alcuni trucchetti che fanno di sicuro aumentare le possibilità di entrare a far parte di questo ristretto “club” di pochissimi fortunati.

Attenzione, però, se chiedere è lecito e rispondere è cortesia, non bisogna esagerare, altrimenti si rischia di rimanere a terra.

Volare gratis in business class

E’ quello che è successo lo scorso 14 gennaio 2017 a due viaggiatori europei a bordo del volo intercontinentale Emirates partito da Dubai e diretto a Auckland in Nuova Zelanda sul quale stavo viaggiando per tornare a Sydney, in Australia.

I due viaggiatori hanno finto di essere malati per ottenere un cambio di posto con il probabile obbiettivo di sedersi gratis in business, ma sono stati scoperti e fatti scendere dall’aereo.

L’episodio è avvenuto durante lo scalo di Bangkok. I furbetti, una coppia di viaggiatori sulla 40ina, sono saliti a bordo all’aeroporto della capitale thailandese. Si sono seduti nella fila dietro la mia in un posto di economy class. Il gigantesco Airbus A380 che effettua questa rotta è il gioiello di punta della compagnia aerea degli Emirati arabi uniti.

Airbus A380

Ho viaggiato diverse volte a bordo di un A380 Emirates e devo dire che i sedili della economy class sono di altissima qualità, in termini sia di confort che di spazio per le gambe del passeggero. Anche il servizio è ottimo. Ogni posto ha a disposizione un sistema di intrattenimento con un grande televisore personale sul quale sono caricati centinaia di film e serie tv. I pasti in economy class sono di tutto rispetto. Volare gratis  in business class, però, è un’altra cosa. Soprattutto sull’A380 che è dotato di sedili completamente reclinabili posti al piano superiore dell’aeromobile. Una sorta di letto, quindi.

Economy class (courtesy of Emirates)

Devono averlo pensato anche la coppia di passeggeri che dopo essersi sistemati ai loro posti hanno subito chiamato una delle hostess. C’è da dire che il volo era particolarmente pieno con pochissimi posti disponibili. Una sfortuna per chi ha intenzione di “allungare” le gambe o magari sdraiarsi un po’ utilizzando il posto libero accanto al suo. Una fortuna, invece, per chi è un po’ scaltro, perché con l’economy strapiena aumentano le chance di essere spostati e di volare in business class.

Fatto sta che i due hanno subito chiesto all’hostess di essere spostati in un posto “migliore”. Più confortevole, insomma, di quello “stretto” a loro assegnato. Quando, però, la hostess ha fatto loro notare che il volo era pieno, invece, di rassegnarsi hanno inscenato una discussione. Nel tentativo di convincerla a cambiare loro il posto, hanno detto di non sentirsi bene. Hanno anche chiaramente fatto riferimento ad uno stato di malessere alle gambe che poteva provocare ad uno di loro una trombosi.

Dtv, la sindrome da economy class

La classica DTV, la trombosi venosa profonda, chiamata anche “sindrome dell’Economy class”. E’ una patologia di cui si sente spesso parlare tra chi viaggia molto in aereo su tratte a lungo raggio. Il trombo venoso potrebbe colpire gli arti inferiori in caso di prolungata inattività. Per esempio seduti in una posizione scomoda. Dichiarare di essere a rischio di DTV è una cosa che non può essere presa alla leggera. La discussione si è protratta per alcuni minuti anche con toni accesi da parte dei due passeggeri. Poi la hostess si è congedata lasciandoli ai loro posti e dicendo loro che avrebbe provveduto al loro caso.

Tutto apparentemente normale quindi. E chiunque ha assistito alla scena, me compreso, ha pensato che i due ci hanno semplicemente provato ma gli è andata male. L’aereo però non accennava a partire. Un’attesa di oltre mezz’ora che si è fatta sospetta quando si è avvicinata all’ora di ritardo. Fino a quando il comandante ha annunciato ai passeggeri che il ritardo era dovuto ad un problema medico e che era necessario attendere ancora.

Cinque minuti dopo, la hostess si è ripresentata davanti ai due passeggeri insieme ad un paio di colleghi, annunciando loro che dovevano scendere dall’aereo. “E’ arrivato il dottore, dovete scendere per essere visitati”, ha spiegato. I due passeggeri stupefatti hanno tentato si salvare la situazione stavolta utilizzando un tono molto conciliante. Hanno affermato che non era necessario l’intervento di un medico e che avevano solo chiesto un posto più comodo. Il battibecco è andato avanti per un po’ e si è spostato in testa all’aereo. Per loro non c’è stato nulla da fare. Sono stati costretti a scendere dal velivolo.

La business class di Emirates (Courtesy Emirates)

Non è dato sapere cosa sia successo dopo. Solo che il personale di bordo ha detto loro che avrebbero potuto prendere uno dei voli successivi. Di sicuro, però, o sono stati denunciati per procurato allarme o quanto meno sono stati redarguiti pesantemente. Forse sono stati multati per il loro comportamento che ha costretto la compagnia aerea ad un ritardo ingiustificato.

Non solo. Dopo che la coppia ha preso i propri effetti personali ed è scesa dal velivolo sono scattate le procedure di sicurezza previste in casi simili per evitare attacchi terroristici. Le hostess hanno aperto tutti gli scomparti superiore della sezione dell’aereo dove erano seduti i due viaggiatori.

Hanno tirato fuori tutti i bagagli a mano e chiesto ad ognuno dei passeggeri di identificare il proprio bagaglio. I due, infatti, erano solo furbetti che hanno cercato di volare in business class gratis. Poteva anche, però, essere una messinscena per piazzare un ordigno sull’aereo e poi scendere all’ultimo momento. Così siamo partiti con un’ora e mezzo di ritardo. Fare i furbi qualche volta va bene, ma bisogna stare attenti alle balle che si raccontano perché poi si pagano a caro prezzo. Quando si vola non si scherza e il personale di Emirates ha fatto il suo dovere garantendo sicurezza ed equità a tutti i passeggeri.

 

Be the first to comment on "Si fingono malati per volare gratis in business class. Scoperti e fatti scendere dall’aereo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*